Un’azione artistica e sociale, più che un evento espositivo, un intervento per sollecitare una presa di coscienza collettiva, stimolando la riflessione sul legame tra l’ambiente e l’azione dell’uomo nel suo quotidiano.

…DI PIÙ, vede la collaborazione tra l’associazione MEMO e la Consulta Giovanile di Brandizzo, e si pone in stretta relazione con le iniziative portate avanti dall’associazione per veicolare attraverso la forma artistica tematiche ambientali di grande urgenza collettiva.

Gli spazi della stazione ferroviaria , ridefiniti come galleria urbana di PoSTazione, spazio pubblico, di passaggio, liberamente fruibile dalla comunità, diventano luogo per nuovi sguardi sul futuro. Il dialogo con il territorio e il dialogo intergenerazionale sono elementi fondamentali per la diffusione della cultura della sostenibilità.

Le immagini, tramite il medium effimero del poster e il vocabolario dell’arte urbana, si fanno strumento per avvicinare, rendere maggiormente concepibile e comprensibile lo stato di degrado del territorio che ci circonda.

La parola scritta, ripetuta a formare un mantra, risuona nello spazio urbano, creando un cortocircuito tra il pensiero di ciò che più o meno consapevolmente ci spinge ad una partecipazione consumistica alla società in cui viviamo, e la consapevolezza del nostro agire. Quanto incessantemente prodotto per ottenere benessere, soddisfacimento, felicità o status sociale, permane intorno a noi, conquista lo spazio, crea uno strato in continua crescita, evidenziando un livello, una misura che tende a sovrastarci, a sommergerci. Quale è il limite per ognuno di noi, da cosa non possiamo allontanare il nostro sguardo, quello stesso sguardo che sfugge dalla vista di aree degradate, discariche abusive, difformità che si immettono nei nostri panorami quotidiani?

Sta a noi deciderlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA