MEMO DOCUMENTI VISIVI

SIA MALEDETTO CHI, 2021

"Non pensiamo mai a nulla
e seminiamo rifiuti: che c'è di male?"

Questo l'incipit della poesia che accompagna le immagini che ritraggono residui, frantumi, rifiuti
attraverso una ricerca di forme, colori e composizioni attraenti che tuttavia vogliono apparire innaturali, a sottolineare la dissonanza e l'estraneità, la non conformità degli oggetti rappresentati al contesto in cui si trovano.

Il tema trainante rimanda alla cura, la salvaguardia dell'ambiente e del territorio custodi di un habitat ricchissimo di biodiversità, sempre più minacciato da un inquinamento pervasivo.

16 X 21 CM. 56 pagine.
Stampa digitale su carta Fredrigoni 140 gr.
Copertina 300 gr.
Rilegatura punto singer con filo nero.
Stampa REALIZZATA DA FASERVICE.
EDIZIONE DI 30 COPIE NUMERATE E FIRMATE.

in collaborazione con

poesia di

IL VELENO ALL'IMPROVVISO

non pensiamo mai a nulla
e seminiamo rifiuti: che c’è di male?
fioriranno veleni
che l’aria imbrogliata ci regalerà.
ancora non penseremo a nulla
solo ci domanderemo
-ma avremo ai piedi
scarpe di carbonio traspiranti-
da dove sia arrivato
questo strano mare di veleno.

Irene marchi

Fiori, mine e alcune domande. Sillabe di Sale Editore, 2015

"IL VELENO ALL'IMPROVVISO"

Link al Video clip presentato in sala del consiglio in occasione della sagra della zucca